Ok

In primo piano

In primo piano
"Resto al Sud" - Autoimpiego
#Resto al Sud: dal 15 gennaio le domande a Invitalia
“Resto al Sud” 2019
12 Mln per i ''Pagamenti agroambientali''
2° Bando “Il sole a scuola”
Ad aprile i primi bandi PSR
Agevolazioni alle imprese
Agevolazioni alle imprese
Agevolazioni alle imprese
Agevolazioni alle imprese
Agevolazioni Cooperative
Agricoltura
Agricoltura - Bando Misura 126
Agricoltura Misura 124 del PSR
Agricoltura Misura 125 ASSE 1
Agricoltura: 15milioni di euro in arrivo
Agricoltura: 63 mln per rilancio settore
AGRICOLTURA: FORMAZIONE SCORTE
AGRICOLTURA: FORMAZIONE SCORTE
Agricoltura: Misura 112 PSR
Agricoltura: Pmi finanziamenti
Agriturismo
Aiuti alle commesse
Aiuti alle imprese
Aiuti alle imprese in fase di avviamento
Aiuti all'occupazione
Aiuti de minimis
Aiuti di Stato: nuova normativa
Aiuti per le imprese di Messina
Alluvione del 1 Ottobre 2009
Approvata la graduatoria dei Gal
Approvate le graduatorie
Artigiani: al via 4 Bandi!
Artigiani: riduzione INAIL
Asili Nido
Autoimpiego Invitalia:
Autoimpiego: seminario a Messina
Autoimprenditorialità Invitalia
Autoimprenditorialità: si cambia 'Nuove imprese a tasso zero'
Bandi Agriturismo
Bandi Artigiani
Bandi per Artigiani
Bando Biomasse
Bando commercio
Bando Commercio "a sportello"
Bando E-commerce 2006
Bando efficienza energetica per il Sud
Bando FIPIT 2015
Bando Imprese di Qualità
Bando imprese di Qualità
Bando INAIL ISI 2014
Bando INAIL ISI 2016
Bando ISI INAIL 2015
Bando macchinari: stop domande!
Bando RES: nuova proroga
Bando Res: prorogata la scadenza!
Bando ricettività turistica
Bando Start-up in arrivo dal Mise
Brevetti: finanziamenti al via
BUON LAVORO! Vademecum
Calabria: Giovani Imprenditori
Calabria: Il Prestito d'Onore
Camere di Commercio
Centri Commerciali Naturali
Centri Commerciali Naturali
Cinema
Commissione Europea
Comunicazione PEC entro il 29.11.2011
Consolidamento Passività Onerose
Consolidamento passività onerose
Contributi Videosorveglianza
Contributi agli esercizi urbani
Contributi alle imprese
Contributi autotrasporto
Contributi fino all'80%
Contributi in conto interessi alle imprese
Contributi INAIL
Contributi micro imprese
Credito di esercizio
Credito d'imposta
Credito d'imposta Sicilia
Credito d'imposta Sicilia
Credito per investimenti
Da Artigiancassa 30 mln di euro
De Minimis a 500mila euro.
Diagnosi energetiche e SGE
Direttive Nautica da Diporto
Direttive porti turistici
Direttive Ricerca e Innovazione
Direttive turismo
Edifici pubblici e storici
Efficienza Energetica (POI)
Efficienza Energetica 2015
Energia dal sole
Finanziamenti imprese turistiche
Finanziaria 2008
Finanziaria 2008
Fondi all'imprenditoria giovanile
FONDI RESTYLING VIGNETI
FONDI RESTYLING VIGNETI
Fondi Ue: + efficacia & trasparenza
Fondo di Garanzia
Fondo di garanzia
Fondo di Kyoto
Fondo Garanzia
Fondo Innovazione Tecnologica
Formazione Professionale
Graduatorie Misura 4.15 A Por Sicilia
Guide
Guide
Impianti di videosorveglianza
Impianti sportivi
Imprenditoria Femminile
IMPRENDITORIA GIOVANILE
Imprese femminili e giovanili
Imprese in fase di avviamento (De Minimis)
Imprese turistiche siciliane
Imprese turistiche: presto bando
In arrivo 4 milioni di euro
In arrivo decreto e bando
INAIL 2010 - INCENTIVI IMPRESE
INAIL 2010 - INCENTIVI IMPRESE
INAIL: Bando ISI 2015
INAIL: bando Sicurezza
Inail: Bando Sicurezza 2011
Incentivi al Sud
Incentivi per i brevetti
Incentivi per il design
Incentivi per le certificazioni delle PMI
Internazionalizzazione
Invitalia: Autoimprenditorialità e Autoimpiego
Invitalia: esauriti i fondi
ISI AGRICOLTURA 2016
Legge 266/97
Legge 266/97
Legge 266/97: Bando chiuso
Legge 266/97: Incentivi automatici
Legge 488
Legge 488 e crisi economica
Legge 488/92 - Bandi 2006
Legge 488/92 - Bandi 2006
Mezzogiorno: Fondazione Sud
Microcredito Donne
Ministero Lavoro e Politiche Sociali
NEW!!! Credito d'imposta
NEW!!!! Credito d'imposta
NEWS! ZFU Sicilia Decreto direttoriale 16 giugno 2014.
Nuova Sabatini
Nuove agevolazioni fiscali
Nuove imprese
Nuove imprese a tasso zero
'Nuove imprese a tasso zero'
Occupazione giovanile
PESCA
Pesca
PMI vittime di mancati pagamenti
PMI: la 'Nuova Sabatini' in G.U.
PMI: Piano anticrisi UE
Poi Energia
Por Calabria
Por Sicilia 2000-2006
Por Sicilia 2007-2013
Por Sicilia 2007-2013
POR Sicilia: Direttive Artigiani
POR Sicilia: Direttive Artigiani
POR: presto bandi per artigiani e commercianti
POR2007/13: Direttive Alberghi
Portualita' Turistica
Posta Certificata obbligatoria
Premio "Oscar Masi"
Prevenzione e sicurezza
Produzione di biomasse
Promozione energie rinnovabili
Promozione energie rinnovabili
Provvedimenti per l'agricoltura
Ragusa, incentivi alle imprese
Recupero edifici centri storici
Reggio Calabria
Regione Sicilia
Regione Siciliana: Por 2007/13
Registrazione Marchi
Ricerca, da UE 7 mld investimenti
Ricettività alberghiera
Rilancio e sviluppo delle Pmi
Sabatini-Ter
Scadenza prorogata al 02 aprile!!!
Scuola. L'INAIL per la sicurezza
Scuola: Cultura della sicurezza
Semplificazione: impresa in 1 giorno
Sicilia antiracket
Sicilia/Artigianato
Sicilia/Pesca
Sicilia/Turismo
SICILIA/TURISMO
SICILIA/TURISMO
SICILIA/TURISMO
Sicilia: abolito art.17 Finanziaria
Sicilia: aiuti all'occupazione
Sicilia: attivato Numero Verde
Sicilia: attività commerciali
Sicilia: attività commerciali
Sicilia: Credito agevolato
Sicilia: Credito di imposta
Sicilia: occupazione
Sicilia: Ricerca e Sviluppo
Sicurezza - HACCP - Privacy.
Smart&Start al via
Sottomisura 4.01.b1 P.O.R. Sicilia
Sottomisura 4.02.b P.O.R. Sicilia
Sviluppo e Innovazione
Tirocini: Progetto IN.LA. Sicilia
Turismo: 125 mln per le imprese siciliane
Vendere in tempo di crisi
Visco Sud - Credito d'imposta
ZFU Regione CALABRIA
ZFU: in arrivo nuovi bandi
Zone franche urbane

Sicilia: aiuti all'occupazione

In campo 160 milioni di euro in 3 anni

Sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana n. 44 dell’8 ottobre scorso sono stati pubblicati i decreti attuativi delle LL.RR. 9/2009 e 11/2010, che riguardano alcune misure di sostegno economico riservate alle aziende, studi professionali, cooperative e associazioni con sede in Sicilia che assumono a tempo indeterminato lavoratori rientranti nelle categorie svantaggiate.

La principale novità consiste nel fatto che detti benefici sono cumulabili tra loro e che la domanda da presentare sarà unica.

Si tratta di sgravi contributivi e dell’erogazione di un contributo fisso per ciascun lavoratore assunto per il triennio 2010/2012.

Per la piena operatività delle misure bisognerà comunque aspettare sia l’emanazione del relativo bando sulla Gazzetta Ufficiale, che l’attivazione della procedura telematica, che consentirà l’invio da parte dei datori di lavoro delle istanze di autorizzazione, da parte dell’Agenzia Regionale per l’impiego.

L’istruttoria prevede che le richieste siano istruite secondo l’ordine cronologico di presentazione telematica ed ammesse a finanziamento sino alla concorrenza delle effettive disponibilità finanziarie, che ad oggi sono di circa 160 milioni di euro per il triennio 2010/2012. Con questo tipo di procedura viene ad essere garantita l’oggettività della selezione e la certezza dei tempi di erogazione.

Una volta ottenuta l’autorizzazione, il datore di lavoro dovrà effettuare le assunzioni, ove non già effettuate, entro e non oltre 15 giorni dalla notifica del provvedimento di concessione, pena la decadenza dal beneficio.

Vediamo ora di vedere in sintesi quali sono i requisiti e le condizioni previste da questi decreti di attuazione per l’effettiva fruibilità dei benefici.

A) Beneficiari

• Datori di lavoro con sede stabile in Sicilia che assumono, a tempo indeterminato lavoratori e lavoratrici:

o svantaggiati (disoccupati da oltre 6 mesi; titolari della sola scuola dell’obbligo; ultra cinquantenni; adulti con a carico una o più persone a carico, lavoratori occupati in settori a disparità uomo donna superiore al 25%; membri di minoranze nazionali)

o molto svantaggiati (disoccupati da oltre 24 mesi)

o disabili

B) Aiuti previsti

• Ex L.r. 9/2009 – sgravio contributivo – vedi durata L.r. 11/2010

• Ex L.r. 11/2010 – contributo fisso pari a:

o Euro 333 al mese per 12 mesi per lavoratore svantaggiato, assunto a tempo indeterminato

o Euro 333 al mese per 24 mesi per lavoratore molto svantaggiato o disabile, assunto a tempo indeterminato

o Euro 416 al mese per 12 mesi per lavoratrice svantaggiata assunta a tempo indeterminato;

o Euro 416 al mese per 24 mesi per lavoratrice molto svantaggiata o disabile assunta a tempo indeterminato;

C) Limite degli aiuti previsti

• 50% costi salariali ovvero:

o Retribuzione imponibile IRPEF

o Contributi previdenziali e assistenziali obbligatori

Esempio: Assunzione di lavoratore molto svantaggiato:

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

a) Retribuzione lorda annua € 24.000,00

b) Contributi lavoratore 13% € 3.120,00

c) Retribuzione imponibile IRPEF € 20.880,00

d) Contributi azienda 28% € 6.720,00

e) Contributi assistenziali 3% € 720,00

f) Contributi assicurativi 3% € 720,00

(c+b+d+e+f) Costi salariali € 32.160,00

Intensità d'aiuto 50% € 16.080,00

L.r. 11/2010 Contributo fisso x primi 12 mesi su 24 mesi €. 333,00 €. 3.996,00

L.r. 9/2009 Sgravio contributivo x primi 12 mesi su 24 mesi (b+d+e+f) €. 11.280,00

Totale contributi concessi all'intensità d'aiuto €. 15.276,00

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

D) Requisiti delle nuove assunzioni

- le nuove assunzioni devono rappresentare un incremento netto del numero dei lavoratori svantaggiati o disabili dipendenti dall’impresa beneficiaria, rispetto alla media dei dodici mesi precedenti l’assunzione a tempo indeterminato.

- nei casi in cui le nuove assunzioni non rappresentino un incremento netto del numero dei dipendenti dell’impresa interessata rispetto alla media dei 12 mesi precedenti, queste devono essersi rese necessarie per coprire dei posti resisi vacanti a seguito di dimissioni volontarie, invalidità, pensionamento per raggiunti limiti d’età, riduzione volontaria dell’orario di lavoro o licenziamento per giusta causa e non in seguito a licenziamenti per riduzione del personale;

E) Durata del rapporto di lavoro con i nuovi assunti

Al fine di garantire l’effettività del sistema di aiuti predisposto, è previsto che ai lavoratori assunti, salvo il caso di licenziamento per giusta causa, sia garantita la continuità dell’impiego per un periodo minimo previsto dalla legislazione nazionale o dai contratti collettivi di lavoro.

In mancanza di una definizione normativa o contrattuale il posto dovrà essere mantenuto per un periodo minimo di 3 anni per le piccole e medie imprese, 5 anni per le grandi imprese e gli altri datori di lavoro beneficiari.

F) Modalità di fruizione

Fase 1: Istanza on line

• Modulo on-line con firma digitale

• Invio istanza e allegati con posta elettronica certificata

• Conferma ricezione e certificazione dell’ordine cronologico

Fase 2: Istruttoria trimestrale

•Entro 30 gg. da fine trimestre: comunicazione dell’Agenzia regionale per l’impiego dell’avvenuta autorizzazione sulla base dell’ordine cronologico di presentazione dell’istanza e anticipazione del 50% (con polizza fideiussoria)

Fase 3: Liquidazione contributi

• Comunicazione semestrale del datore di lavoro dei pagamenti ai lavoratori

• Liquidazione da parte dell’Agenzia regionale per l’impiego del contributo sulle spettanze pagate nel semestre

• Il tutto legato alla regolarità del DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva)

G) Adempimenti

Potranno fruire dei benefici economici per le nuove assunzioni solo quei datori di lavoro che applichino nei confronti di tutti i lavoratori dipendenti condizioni non inferiori a quelle risultanti dai contratti collettivi nazionali o regionali di lavoro del settore di appartenenza.

I datori di lavoro interessati dovranno altresì essere in possesso del documento unico di regolarità contributiva (DURC) e della documentazione antimafia

H) Esclusioni

Sono esclusi dai benefici i datori di lavoro nelle cui aziende, negli ultimi cinque anni antecedenti la data di presentazione dell’istanza per l’autorizzazione a fruire dei benefici, si siano verificati incidenti sul lavoro che abbiano causato il decesso di uno o più dipendenti a causa del mancato rispetto delle vigenti norme in materia di sicurezza, sempre che tali circostanze siano state accertate con sentenza passata in giudicato.

Sono esclusi dalla fruizione dei benefici anche quei datori di lavoro che abbiano ricevuto e successivamente non rimborsato o depositato in un conto bloccato, gli aiuti qualificati come illegali o incompatibili dalla Commissione Europea.


Segnala ad un amico Versione stampabile
Note legali
DownloadDownload
Bandi e circolariBandi e circolari
Link utiliLink utili
GraduatorieGraduatorie
Finanziamenti europei
Il sito fà uso di cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione, Continuando la navigazione, accetti integralmente la nostra politica sulla Privacy e utilizzo dei cookies
X
 P. I.V.A.: 02 763 420 839
Torna su