Ok

Startup di Impresa

Elenco opportunità
Autoimpiego
Autoimpiego (Franchising)
Autoimpiego (Lavoro autonomo)
Autoimpiego (Microimpresa)
Imprenditoria femminile e giovanile
Microcredito
Nuove imprese a tasso zero
Resto al Sud
SELFIEMPLOYMENT

Autoimpiego

Le misure gestite da Invitalia (ex Sviluppo Italia)

Le misure gestite da Invitalia (ex Sviluppo Italia)


ATTENZIONE

Dal 26 aprile 2013 non è possibile presentare nuove domande di ammissione alle agevolazioni per l’Autoimprenditorialità e l’Autoimpiego per esaurimento dei fondi disponibili

Vedi comunicato: clicca qui


Il DLgs 21 Aprile 2000, n. 185 prevede misure ed incentivi per favorire l'autoimpiego, con l'obiettivo di incoraggiare l'inserimento nel mondo del lavoro di soggetti privi di occupazione, attraverso la creazione di imprese di piccola dimensione nelle aree economicamente svantaggiate del paese.

La gestione delle misure agevolative previste è interamente affidata ad Invitalia (ex Sviluppo Italia spa) che predispone, valuta e seleziona i progetti proposti.

In particolare, per quanto concerne l'autoimpiego, le tipologie di intervento previste sono tre:

Lavoro autonomo: misura prevista dal Titolo II del decreto 185/2000 creata per agevolare le persone fisiche che intendono avviare un'attività di lavoro autonomo in forma di ditta individuale. E' previsto, a tal proposito, un finanziamento per un importo massimo di 25.823 euro .

Le agevolazioni finanziarie concedibili sono rappresentate:

•per gli investimenti, da un contributo a fondo perduto e un mutuo a tasso agevolato, a copertura del 100% degli investimenti ammissibili

• per la gestione, da un contributo a fondo perduto.

Il mutuo a tasso agevolato per gli investimenti è pari al 50% del totale delle agevolazioni finanziarie concedibili, e non può superare l'importo di 15.494 euro. 

Microimpresa: questa agevolazione è rivolta a coloro che intendono avviare un'attività imprenditoriale di piccola dimensione in forma di società in nome collettivo, semplici e in accomandita semplice. Sono pertanto escluse le ditte individuali, le società di capitali, le cooperative, le società di fatto e le società aventi un unico socio.

Le agevolazioni finanziarie concedibili sono rappresentate:

•per gli investimenti, da un contributo a fondo perduto e un mutuo a tasso agevolato, che può arrivare a coprire il 100% degli investimenti ammissibili;

•per la gestione, da un contributo a fondo perduto sulle spese relative al 1° anno di attività.

Le agevolazioni finanziarie non possono superare complessivamente il limite del «de minimis» pari a euro 100.000.

Franchising: questa agevolazione è rivolta a persone fisiche o società di nuova costituzione che intendono avviare un'attività imprenditoriale in franchising in forma rispettivamente di ditta individuale o di società di persone o di capitali, costituendo, quindi, qualsiasi tipo di società (escluse le cooperative e le società di fatto). Le ditte individuali devono essere costituite dopo la presentazione della domanda di ammissione alle agevolazioni, mentre le società devono esserlo in data antecedente.

Le agevolazioni previste sono rappresentate:

• per gli investimenti, da un contributo a fondo perduto e un mutuo a tasso agevolato (restituibile in un massimo di 10 anni), che può anche arrivare a coprire il 100% degli investimenti ammissibili;

• per la gestione, da un contributo a fondo perduto, anche su base pluriennale, sulle spese ad essa relative.

Le agevolazioni finanziarie non possono superare complessivamente il limite del «de minimis» pari a euro 100.000.

Per maggiori approfondimenti le consulta le schede approfondite delle singole misure.


Segnala ad un amico Versione stampabile
Note legali
DownloadDownload
Bandi e circolariBandi e circolari
Link utiliLink utili
GraduatorieGraduatorie
Finanziamenti europei
Il sito fà uso di cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione, Continuando la navigazione, accetti integralmente la nostra politica sulla Privacy e utilizzo dei cookies
X
 P. I.V.A.: 02 763 420 839
Torna su